Tutte le uve a bacca rossa in Sudafrica

Sudafrica il territorio29/10/2018

Le varietà di vino rosso coltivate in Sud Africa includono:

Barbera - Uva Piemontese con alta acidità naturale adatta a climi caldi. Anche i bassi tannini trovano qui beneficio.
Cabernet Franc - Legato al Cabernet Sauvignon, questa varietà è solitamente più morbida, ha un contenuto di zucchero inferiore e contiene meno alcol. Utilizzato come componente in miscele classiche, in stile bordeaux, ma anche per vini varietali.
Cabernet Sauvignon - Una varietà sempre più significativa nella zona del Capo, è la varietà più importante della regione francese di Bordeaux. Il Cabernet Sauvignon produce vini di alta qualità che si sviluppano bene con l'invecchiamento in vini piccanti, pieni e complessi. Come a Bordeaux, può essere miscelato con Merlot o il suo parente, Cabernet Franc.
Carignan - Fiorisce bene nelle zone calde e asciutte. Originario della Spagna, anche ampiamente piantato nel sud della Francia e cresciuto in Nord Africa. Piantagioni insignificanti in Sudafrica. Produce un vino secco leggero o viene utilizzato come componente di miscelazione, in particolare nel Cabernet Sauvignon o Shiraz.
Cinsaut (Noir) - Precedentemente noto come Hermitage. Un portatore forte e una varietà molto versatile: può essere usato per fondersi con il Cabernet, per produrre vini da bere a prezzi ragionevoli o come vino di qualità per distillare il brandy. Viene spesso utilizzato anche per vini rosé, port-style e jerepigo. Una volta la varietà rossa più coltivata del Sudafrica, l'area dei vigneti è diminuita in quanto è stata sostituita da varietà più nobili.
Gamay Noir - Nella regione francese del Beaujolais si producono principalmente vini rossi leggeri in stile liberty. Diversi rossi sono fatti localmente in uno stile simile.
Grenache (Noir) - Una delle varietà più importanti della Spagna in cui è conosciuta come Garnacha, questa uva è resistente alla siccità, al vento e al sole. Tipicamente utilizzato per la miscelazione con Shiraz, Merlot e Cabernet Sauvignon.
Malbec - Un tempo componente importante del blend di Bordeaux, ma non più presente nei migliori vigneti della regione, questa varietà piccante è ora coltivata principalmente a Cahors, nella Francia occidentale, dove è conosciuta come "Cot". La varietà più utilizzata in argentina, è anche piantata in Cile. Piantagioni molto piccole in SA, imbottigliamenti varietali e misti.
Merlot - Una varietà a maturazione precoce, tradizionalmente utilizzata come partner di miscelazione per aggiungere morbidezza e ampiezza al Cabernet Sauvignon ma che ora viene sempre più imbottigliata come vino varietale, con alcuni risultati superbi a livello locale. Piantato in quantità crescenti, in particolare nelle regioni di Stellenbosch e Paarl.
Mourvèdre - Originato dalla Spagna, dove è conosciuto come Monastrell (in California e in Australia è conosciuto come Mataro). Le note speziate lo rendono un buon partner di fusione con cultivar come Shiraz. Piccolo vigneto a livello locale.
Muscadel - Questa varietà produce un vino rosso dolce molto popolare, in particolare nel Little Karoo.
Nebbiolo - Grandi vini tannici con un lungo potenziale di invecchiamento sono ottenuti da quest'uva nel suo terroir d'origine piemontese in Italia. Piccole produzioni in Sudafrica, soprattutto a cura dei viticoltori di origine italiane.
Petit Sirah (Durif) – Un incrocio di Peloursin e Syrah (Shiraz) originari del sud della Francia che produce vini tannici densamente fruttati.
Petit Verdot - Questa eccellente varietà viene utilizzata in piccole percentuali in miscele di tipo bordolese e può anche essere trasformata in vino cultivar. Piantagioni limitate a livello locale.
Pinot Noir - Il re di Borgogna ma notoriamente difficile da coltivare altrove. Sebbene non ancora ampiamente coltivata, questa varietà ora produce vini eccellenti nelle zone viticole più fresche del Sud Africa. I vini tendono ad essere di colore più chiaro con distinti sapori e aromi vegetali. Una grande proporzione viene utilizzata negli spumanti Cap Classique.
Pinotage – Un incrocio locale tra Pinot Noir e Cinsaut (Hermitage), creata dal professor Abraham Perold nel 1925, questa varietà combina le caratteristiche nobili del primo con l'affidabilità di quest'ultimo. Unico in Sudafrica, può produrre vini complessi e fruttati con l'età, ma spesso è anche molto bevibile da giovane. Con grandi passi avanti nella realizzazione del Pinotage, la varietà propria del Sudafrica sta rapidamente guadagnando consensi crescenti e trova consensi in tutto il mondo sia come imbottigliamento varietale che in miscele. Il "Cape blend" è un termine in evoluzione che generalmente denota una miscela rossa con Pinotage come componente che costituisce il 30-70 per cento del vino.
Roobernet - Un incrocio locale degli anni '60 tra Cabernet Sauvignon e Alicante Bouschet, ha un carattere erboso insolito (per i rossi). Resiste particolarmente bene alle malattie.
Ruby Cabernet - Un incrocio californiano tra Carignan e Cabernet Sauvignon, questa prolifica uva è adatta alle zone più calde.
Sangiovese - la principale uva nera della Toscana; richiede una gestione meticolosa del vigneto.
Shiraz - Una nobile varietà di origine francese. Meglio conosciuto come Syrah altrove, la più grande produzione di Shiraz si trova ora in Australia, ma le piantagioni locali sono fortemente aumentate. Realizzato in diversi stili qui, produce vini affumicati e speziati viola intenso che sviluppano un carattere complesso con l'età.
Souzào - Originario del Portogallo, è una delle varietà del porto tradizionali. Il suo alto contenuto di zuccheri e la sua pelle fortemente pigmentata donano sapore e colore.
Tinta Barocca - Considerata una delle migliori varietà per la produzione di vini port-style in Sud Africa. Produce vini rossi terrosi e biologici ed è eccellente per la miscelazione.
Turiga Nacional - Considerata la migliore varietà per il porto, è una delle cultivar più antiche dell'area del Douro in Portogallo. Produce vini varietali con un colore molto scuro e un forte carattere a bacca matura con circa il 13% di alcol.
Zinfandel - Questo vitigno californiano di prim'ordine (lo stesso del Primitivo italiano) è piantato su scala limitata in Sud Africa.

Operazione in corso…