Area di produzione dei vini del Sudafrica

Sudafrica il territorio30/07/2018

Le winelands del Capo si estendono dalle aspre montagne e pendii multidirezionali della regione costiera alle pianure aperte del Klein Karoo dove la viticoltura si svolge principalmente nelle valli fluviali. I vigneti del Sudafrica sono per lo più situati nel Western Cape, vicino alla costa. Le piogge sul versante costiero, dove prosperano cespugli e vegetazione floreale, misurano fino a 1000 mm all'anno. Viaggiando attraverso le montagne nell'entroterra le precipitazioni diminuiscono drasticamente e la vegetazione è dominata da piante grasse, cicadee e aloe.
Attualmente circa 94545 ettari di vigneti che producono uve da vino sono coltivati su un'area lunga circa 800 km. Sotto il disciplinare Wine of Origin, le zone di produzione nelle distese del Capo sono divise in unità geografiche, regioni, distretti e sottozone ufficialmente delimitate.
La zona del Capo Occidentale, la più importante per la viticultura, conta 5 regioni: Breede River Valley, Cape South Coast, Coastal Region, Klein Karoo e Olifants River - e Boberg (una sotto regione utilizzata per i vini fortificati di Paarl, Franschhoek, Wellington e Tulbagh). Altre 5 zone sono invece dislocate nell'intero Sudafrica: Eastern Cape, Free State, KwaZulu-Natal, Limpopo e Northern Cape. I vigneti sudafricani sono divisi su 27 distretti diversi e circa 78 sottozone.

LE ZONE DELLA WINE OF ORIGINE

REGIONE –  BREEDE RIVER VALLEY

BREEDEKLOOF
Il distretto di Breedekloof è caratterizzato da vigneti che prosperano su terreni alluvionali della valle. La zona copre una grande percentuale della valle del fiume Breede e dei suoi affluenti. Vi sono marcate variazioni di clima e terroir all'interno delle diverse valli fluviali. Questo distretto comprende le sottozone Goudini e Slanghoek. In totale si contano circa 24 aziende vinicole sulla Strada del vino Breedekloof.

ROBERTSON
Soprannominata la "valle delle viti e delle rose", è caratterizzata da terreni ricchi di calce e minerali. Situato nella valle del fiume Breede, il fiume è la linfa vitale di questa regione dove le precipitazioni sono scarse. Anche se le temperature estive possono essere elevate, i venti freddi di sud-est canalizzano l'aria carica di umidità nella valle.
Robertson è rinomato per la qualità dei suoi vini e, sebbene tradizionalmente considerato territorio del vino bianco e conosciuto principalmente per i suoi Chardonnay, e più recentemente per la qualità del suo Sauvignon Blanc, è anche la fonte di alcuni dei migliori vini rossi del Capo, in particolare Shiraz e Cabernet Sauvignon, mentre continuano a essere prodotti i tipici vini da dessert fortificati per i quali era originariamente famosa. Il distretto di Robertson comprende diverse sottozone, tra cui Bonnievale.

WORCESTER
Il distretto di Worcester, insieme con il distretto di Breedekloof , è il più grande in termini di superficie e volume di viticoltura, e si sviluppa intorno alla città storica di Worcester, il fulcro della valle. Con circa 19 511 ettari piantati, rappresenta quasi il 20% dei vigneti nazionali e produce quasi il 29% del volume totale di vino e alcolici del Sudafrica. È anche la più importante area di produzione di brandy e sede della cantina KWV Brandy, la più grande del suo genere al mondo.

REGIONE –  CAPE SOUTH COAST

CAPO AGULHAS
La maggior parte di questi vigneti marittimi è situata nel quartiere di Elim, vicino al punto più meridionale dell'Africa, Cape Agulhas. L'intero pittoresco villaggio di Elim, un insediamento missionario fondato nel 1824, è un monumento nazionale. I venti forti e freschi oceanici sono prevalenti in estate, assicurando una stagione di maturazione molto fresca, perfetta per il Sauvignon Blanc e promettente anche per Semillon e Shiraz.

ELGIN
Situato a solo un'ora a est di Città del Capo, l'altopiano Elgin, con il suo clima freddo, cullato su antiche montagne, era tradizionalmente una regione di coltivazione delle mele. Ora si producono vini premiati che mostrano frutti ed eleganza eccezionali, con Chardonnay, Riesling, Sauvignon Blanc, Pinot Noir e Shiraz che si stanno facendo sempre più apprezzare in questo terroir più tardivo e fresco.

OVERBERG
Nuova zona vitivinicola in crescita, situata a sud dopo Agulhas, inizia a produrre vini premiati provenienti dal sottozona del Klein River vicino a Stanford.

PLETTENBERG BAY
Le prime viti sono state piantate nel 2000 in questo distretto, la più recente denominazione sulla costa orientale, in un terreno montagnoso a circa 20 km a est di Plettenberg Bay, con la sua bellezza naturale, spiagge incontaminate e un'eccellente punto d'osservazione delle balene. Il fresco clima costiero, i vigneti distano circa tre chilometri dal mare, e l'alto tenore di carbonio dei terreni si sta dimostrando ideale per il Sauvignon Blanc.

WALKER BAY
Questo quartiere, che circonda la città balneare di Hermanus, è famoso per i vini Chardonnay e Pinot Noir che provengono dalla valle Hemel-en-Aarde. L'area è anche notata per la qualità eccezionale e costante del suo Pinotage. Qui si producono anche ottimi esemplari di Sauvignon Blanc, Merlot e Shiraz. Il clima fresco è l'attributo ricercato in quest'area in cui i vigneti beneficiano dei venti persistenti del vicino oceano. Il terroir è ideale anche per le varietà che amano il clima freddo.

REGIONE –  COASTAL

CITTÀ DEL CAPO
Un distretto recentemente designato, che prende il nome dalla Città Madre del Sudafrica, uno dei marchi turistici più importanti del mondo, incorpora i quartieri di Constantia, Hout Bay, Durbanville e Philadelphia.
Alle pendici meridionali della Table Mountain con il suo regno floreale famoso in tutto il mondo si trova la storica valle di Constantia, la culla della vinificazione nel Capo. La valle, che rientra nella penisola del Capo, era il sito della fattoria vinicola di Simon Van der Stel fondata nel 17° secolo e l'origine dei vini da dessert di Constantia, che divennero famosi in tutta Europa nel corso del XVIII secolo. Radicati in terreni antichi, i vigneti si arrampicano sui pendii orientali di Constantiaberg, dove le viti beneficiano delle fresche brezze marine che provengono dalla False Bay. La zona riceve circa 1000 mm di pioggia all'anno, rendendo inutile l'irrigazione; favorita inoltre da una temperatura media estiva di 20,6 ° C. Ci sono solo una manciata di cantine nella sottozona di Constantia, dove il clima fresco favorisce la produzione di vini bianchi, in particolare il Sauvignon Blanc, e dove la tradizione di produrre vini straordinari dal 1685 continua.
Gli acclamati vigneti di Cape Point, alcuni dei quali a soli 1,2 km dal mare, sono situati ai margini occidentali della Penisola del Capo. Questa tasca marittima a clima fresco nel distretto di Cape Town è riconosciuta principalmente per il suo Sauvignon Blanc e Semillon.
I vigneti di Durbanville, come quelli di Constantia, si trovano molto vicino a Città del Capo e confina con la periferia settentrionale. Diverse tenute e cantine, situate principalmente sulle dolci colline con i loro vari aspetti e altitudini, continuano a produrre un'ampia varietà di stili di vino. Alcuni dei vigneti crescono ad altitudini fino a 380 metri sopra il livello del mare. I vini di questa zona più conosciuti sono il Sauvignon Blanc, lo Chardonnay, il Merlot e il Cabernet Sauvignon. Suoli profondi, raffreddamento della brezza marina, nebbie notturne e vicinanza all'oceano sono fattori benefici quando si tratta della qualità delle uve.
A nord di Durbanville si estende la nuova sottozona Philadelphia, anch'essa caratterizzata dalle brezze oceaniche ma con una maggiore escursione termica diurna che porta a una maturazione più lenta. Alcuni rinomati Cabernet Sauvignon e Merlot sono già emersi da questa promettente denominazione.

DARLING
A solo un'ora di macchina da Città del Capo, si estende in distretto di Darling che offre numerose attrazioni turistiche. Il distretto incorpora la sottozona Groenekloof, che beneficia di essere una delle zone vinicole più vicine all'Atlantico nota per l'eccezionale qualità del suo Sauvignon Blanc, la varietà che ha inizialmente guidato il progresso vitivinicolo di quest'area.

FRANSCHHOEK
Il distretto di Franschhoek ha mantenuto il suo distinto carattere ugonotto francese. Considerata la "capitale culinaria" del Capo, Franschhoek è membro di The Délice Network of Good Food. La valle di Franschhoek si trova a sud-est di Paarl ed è circondata su tre lati da montagne imponenti: le montagne Groot Drakenstein e Franschhoek che si incontrano nella parte superiore della valle e le montagne Klein Drakenstein e Simonsberg, che si trovano più in basso verso Paarl. I flussi provenienti dalle vette più alte scorrono fino al fondovalle dove convergono per formare il fiume Berg, che scorre veloce in inverno quando la neve si piega sulle cime e un semplice flusso d'estate, alimentato dalla diga Wemmershoek.

PAARL
Il distretto del vino Paarl si trova a nord di Stellenbosch, confina con la città di Wellington a nord-est, e le montagne di Groot e Klein Drakenstein e Franschhoek si estendono a sud-est. Il fiume Berg, fiancheggiato dalle maestose montagne Groot Drakenstein e Wemmershoek, attraversa Paarl ed è l'arteria vivificante di questa zona vinicola. Il terreno della valle richiede un'irrigazione supplementare nella stagione di crescita prima della raccolta, ma i vigneti sui pendii orientali, con una migliore ritenzione idrica, spesso non ne hanno bisogno.
Una grande varietà di uve viene coltivata a Paarl, di cui Cabernet Sauvignon, Pinotage, Shiraz, Chardonnay e Chenin Blanc hanno il miglior potenziale. Il distretto di Paarl comprende i quartieri di Simonsberg, Agter e Voor Paardeberg.

STELLENBOSCH
La storica città di Stellenbosch, che presenta alcuni dei migliori esempi di architettura olandese del Capo, vanta una tradizione vinicola che risale alla fine del 17° secolo. Il terreno montuoso, le buone piogge, i terreni profondi e ben drenati e la varietà di terroir fanno di questa zona viticola un'area molto ricercata. Il numero sempre crescente di aziende vinicole e produttori (circa 170) comprende alcuni dei nomi più famosi del vino del Cape. Il distretto, con il suo mix di proprietà storiche e cantine contemporanee, produce eccellenti esempi di quasi tutti i vitigni nobili ed è noto per la qualità dei suoi blend rossi.
Stellenbosch, la "città delle querce", è anche il centro educativo e di ricerca dei vigneti. L'università di Stellenbosch è l'unica università in Sudafrica che offre una laurea in viticoltura ed enologia, e forma molti degli enologi più famosi del paese. Anche la scuola di agraria di Elsenburg si trova vicino a Stellenbosch, così come l'Istituto di viticoltura ed enologia di Nietvoorbij. Questa organizzazione ha una delle più moderne cantine sperimentali del mondo e, nelle sue fattorie sperimentali (situate in diversi distretti vinicoli), vengono intraprese importanti ricerche su nuove varietà, cloni e portainnesti.
Il distretto di Stellenbosch, intensivamente coltivato, è stato suddiviso in diverse piccole sottozone viticole tra cui Banghoek, Bottelary, Devon Valley, Jonkershoek Valley, Papegaaiberg, Polkadraai Hills e Simonsberg-Stellenbosch.
* La Strada del vino di Stellenbosch, la più antica del paese e una delle destinazioni turistiche più popolari nel Western Cape.

SWARTLAND
Tradizionalmente un'area di produzione di grano, in estate il distretto di Swartland è caratterizzato da verdi distese di vigneti che si inerpicano sulle pareti delle montagne (Piketberg, Porterville, Riebeek e Perdeberg) e lungo le rive del fiume Berg.
Swartland tradotto letteralmente significa "la terra nera" e l'area prende il nome dai cespugli renosterbos indigeni che un tempo trasformava il paesaggio in un colore scuro in determinati periodi dell'anno. Il distretto era tradizionalmente una fonte di vini rossi robusti e corposi e vini fortificati di alta qualità.
In tempi recenti, sono emersi alcuni vini premiati ed entusiasmanti, sia rossi che bianchi, e l'area continua a produrre vini di alta qualità. Le viti più coltivate sono Pinotage, Shiraz e Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Chenin Blanc e Sauvignon Blanc.
Ha quattro sottozone designate, Malmesbury, Riebeekberg, Riebeeksrivier e St Helena Bay.

TULBAGH
Circondati su tre lati dalle montagne Groot Winterhoek, Witsenberg e Obiekwaberg, i vigneti del distretto di Tulbagh crescono accanto a frutteti e campi di grano. I terreni nella valle sono estremamente variabili. L'area è caratterizzata da un elevata escursione termica diurna e notturna e dal terreno montuoso che crea numerosi mesoclimi diversi che possono essere sfruttati in modo ottimale.
La composizione geografica unica della valle crea la "trappola fredda", un fenomeno che si verifica a causa della conformazione delle montagne, a forma di ferro di cavallo, con Tulbagh situato a nord della conca. All'interno di questa, un tempo un lago preistorico, l'aria fredda della notte precedente giace indisturbata, senza movimento d'aria dai lati; questa bolla fredda è intrappolata mentre il sole si fa strada da est a ovest. Il risultato sono temperature medie giornaliere relativamente fresche.
Attualmente ci sono circa 13 aziende vinicole - molte delle quali sono relativamente nuove che producono vini acclamati, in particolare Shiraz e Méthode Cap Classique.

WELLINGTON
Alcune delle aziende vinicole in questo distretto fiorente, che dista solo 45 minuti da Città del Capo, si estendono su terrazze alluvionali verso le dolci colline di Swartland e campi di grano, mentre altre si trovano ai piedi delle imponenti montagne Hawequa, dove si trovano mesoclimatici unici. Wellington, che rifornisce oltre l'85% dell'industria del vino sudafricana con le sue talee, vanta anche 26 produttori di vino, dalle aziende storiche alle più moderne aziende “boutique”. In inverno, la neve a volte copre le cime delle montagne e le temperature notturne sono generalmente più fresche rispetto alla costa. Il distretto comprende cinque sottozone: Blouvlei, Bovlei, Groenberg, Limietberg e il fiume Mid-Berg.

REGIONE –  KLEIN KAROO

KLEIN KAROO
Questa regione semi-arida si estende da Montagu, passando per il Barrydale e più in alto verso Calitzdorp, Oudtshoorn e il Langkloof. L'area è conosciuta per i suoi estremi quando si tratta di terreni e clima. La viticoltura si svolge principalmente in kloofs, valli e siti fluviali in un aspro paesaggio montuoso. Qui crescono varietà di moscato e la zona è nota per i suoi vini dolci. Oggi, c'è una crescente attenzione ai rossi come il Merlot fatto in uno stile facile da bere.
La sotozona Calitzdorp è famosa per i suoi vini in stile porto e qui troverete piantagioni di Tinta Barocca, Touriga Nacional e, su piccola scala, Souzao. Più recentemente, i vini rossi prodotti con le varietà tipicamente utilizzate per fare il porto stanno creando qui un nuovo interesse. Il Klein Karoo è rinomato per la qualità dei suoi brandy potstill che hanno portato a casa riconoscimenti internazionali.
Il distretto più recentemente proclamato nella regione è Langeberg-Garcia - situato a nord della catena montuosa Langeberg tra il fiume Brand a ovest e il fiume Gourits a est, comprende il panoramico Passo Garcia.

OLIFANT RIVER
Questa regione si estende in una cintura da nord a sud lungo l'ampia valle del fiume Olifants. Le estati in questa valle vanno da relativamente calde a fresche rispetto ad alcune delle altre zone vinicole del Sudafrica e le precipitazioni sono basse. I terreni variano da argille sabbiose a argille rosse. Con un'attenta gestione della vite per assicurare che le uve siano ombreggiate dalle foglie e combinando le moderne tecniche di vinificazione, il fiume Olifants si sta rivelando una fonte di vini di alta qualità a prezzi accessibili. La regione incorpora le sottozone di Koekenaap, Vredendal e Spruitdrift e anche Bamboes Bay sulla costa occidentale, che sta generando entusiasmo, soprattutto quando si tratta di Sauvignon Blanc.

CEDERBERG
Alcuni dei vigneti più remoti e più alti del Sudafrica si trovano in questa zona autonoma, che confina con le regioni del fiume Olifants. Alcuni eccitanti vini provengono da questo reparto nella catena montuosa del Cederberg, che è meglio conosciuta per il suo Sauvignon e Shiraz, così come per il suo Chardonnay, Chenin e Cabernet.

REGIONE –  NORTHERN CAPE

CENTRAL ORANGE RIVER
L'area vinicola più settentrionale del capo comprende un'area di circa 4 360 ettari, che si estendono in prossimità del fiume orange. Originariamente un'area a bacca bianca ma i rossi vengono sempre più piantati. Le varietà di uve da vino coltivate qui sono Chenin Blanc, Colombard, Chardonnay, Pinotage, Shiraz, Cabernet Sauvignon, Merlot, Petit Verdot, Tannat, Muscadel (entrambi rossi e bianchi) e Muscat d'Alexandrie.
In questa regione vengono impiegati sistemi a spalliera, questi creano speciali microclimi che proteggono l'uva, permettendo loro di maturare lontano dall'esposizione ai raggi diretti del sole. Specifici mesoclimi si creano all'interno dei vigneti situati tra i diversi corsi d'acqua del fiume Orange, dove la stretta vicinanza all'acqua raffredda le uve in misura considerevole. Le condizioni contribuiscono a creare sacche climatiche che favoriscono la produzione di vini di migliore qualità.
Gli stili di vino prodotti dalle varie cantine lungo il tratto di 350 km dil fiume si differenziano singolarmente per stile e sapore dalle aziende vinicole orientali a quelle occidentali. Anche i tipi di terreno variano notevolmente.

La nostra enoteca online seleziona i vini dei più importanti produttori delle diverse zone produttive, una selezione meticolosa che ci permette di offrire tutto il meglio dei vini del Sudafrica.

Operazione in corso…